Evita la dipendenza dallo Psicoterapeuta

 

Evitare la dipendenza dall psicoterapeuta

Dipendenza dallo psicoterapeuta
Dipendenza dallo psicoterapeuta

Evitare la dipendenza dallo psicoterapeuta è un dovere di qualsiasi intervento deontologicamente corretto. Si tratta di un problema di importanza non secondaria, soprattutto con pazienti con un bisogno di una figura carismatica di riferimento alla quale appoggiarsi per condividere responsabilità e rischi. O per dirla con le parole di Sonia Neale : “I clienti emotivamente-promiscui rapidamente cadono in dipendenza con i loro terapeuti ei problemi si verificano quando la dipendenza, invece del problema originale, diventa il problema principale.” “Evita la dipendenza dallo psicoterapeuta” dovrebbe essere la prima cosa da ricercare in una psicoterapia. Primum non nŏcēre è il primo dovere di chi opera nel settore della salute, sia essa fisica che psichica. Considerate le poche sedute necessarie per risolvere la maggior parte dei problemi con l’approcio strategico, il problema della dipendenza non si pone. Peraltro, al fine di evitare qualsiasi forma di consuetudine con il terapeuta, dopo le prime sedute con cadenza settimanale o quindicinale, in concomitanza con i primi effetti della terapia, la frequenza viene diradata ad un incontro ogni 3 settimane, e successivamente una volta al mese. E’ evidente che non si può instaurare alcuna forma di dipendenza nei confronti di una persona che si vede ogni 30 giorni. torna a Terapia Breve Strategica