Paura di perdere il controllo

Paura di perdere il controllo

paura di perdere il controllo
paura di perdere il controllo

La paura di perdere il controllo spesso conduce a attacchi di panico, è caratterizzata dal timore di perdere il controllo delle proprie reazioni.

Si tratta di paure immotivate che possono affacciarsi alla mente di ognuno di noi. Ciò che le rende vere e proprie patologie è il tentativo di risoluzione adottato.

I colleghi cognitivisti insegnano a differenziare tra ciò che possibile e ciò che probabile, trascurando ciò che appartiene alla prima categoria per prestare attenzione
alle evenienze probabili. Chi soffre di questa patologia confonde questi due livelli.

Ecco allora che può temere di perdere il controllo e ad esempio:

-arrossire

-emettere peti in pubblico

-farsela addosso

-essere colto da un raptus di follia ed uccidere un figlio o un parente

-baciare una persona, specie se dello stesso sesso

-buttarsi dalla finestra

Ritenendo queste evenienze probabili il paziente è attua una forma esasperata di controllo sulle proprie azioni che rendono estremamente tese le situazioni di pericolo.

Questa tensione paradossalmente diventa la conferma della realtà del rischio.

L’ Effetto di tutto ciò è che il soggetto tende a somatizzare ciò che teme, per cui la persona che teme di arrossire arrossirà, chi teme di farsela addosso cercherà di
evaquare preventivamente anche ina assenza di stimoli, producendosi una irritazione intestinale con consegenti false sensazioni di bisogno di evaquare, ecc.

Ecco cosi innescato un circolo vizioso che induce ad un aumento dell’attenzione al problema.

Torna a Problemi trattati